Una semplice guida alla scelta del tuo climatizzatore

guida scelta climatizzatore daikin

Per qualunque informazione contatta i nostri tecnici

Il mercato dei climatizzatori è pieno di modelli con caratteristich molto diverse tra loro. Questi prodotti, infatti, hanno inglobato sempre più funzioni dedicate all’uso specifico del climatizzatore.

Come se non bastasse, gli ambienti da raffreddare sono ovviamente diversi tra loro, dalla stanza più piccola sino al centro commerciale, passando per negozi, hotel ed uffici.

La differenza più importante riguarda la mobilità dell’apparecchio, vi sono infatti:

Climatizzatori Fissi

Climatizzatori Portatili

I climatizzatori fissi permettono di influire sulla temperatura di più stanze e richiedono l’intervento di un tecnico specializzato per la loro installazione. Normalmente, questa, viene fatta a parete (ma non solo).

I climatizzatori fissi si dividono ulteriormente in climatizzatori monoblocco (che sono costituiti da un unico elemento che si installa all’interno dell’abitazione) e split (che invece prevedono una parte da installare all’interno della casa e un’altra destinata al posizionamento esterno).

I climatizzatori monosplit e dualsplit

I climatizzatori split prevedono anche la possibilità di collegare più di una unità interna alla stessa unità esterna, risparmiando così sugli ingombri esterni: si hanno così i climatizzatori monosplit (un’unità interna collegata ad un’unità esterna), dualsplit (due unità interne collegate ad un’unità esterna) e multisplit (più unità interne collegate ad un’unità esterna).

I climatizzatori portatili, invece, non richiedono la predisposizione di un impianto, riescono a raffreddare un unico ambiente ma possono essere facilmente spostati.

Inoltre, e qui scendiamo un po più nello specifico, i climatizzatori funzionano con:

  • gas refrigerante oppure con
  • acqua refrigerata

Nel primo caso il gas circola all’interno di un sistema di ventilazione (quindi se l’impianto non ha perdite, il gas non viene consumato) mentre nel secondo caso è l’acqua a circolare nel sistema di ventilazione (dopo essere stata raffreddata), siamo così nel caso di climatizzatori idronici, che possono essere utilizzati anche d’inverno tramite il collegamento ad una caldaia.

I climatizzatori, sin dai primi modelli, hanno sempre avuto il compito di abbassare la temperatura ambientale. Ma ci sono climatizzatori dotati di pompa di calore che vengono utilizzati anche per riscaldare gli ambienti: in questo caso l’apparecchio cede l’aria fredda all’esterno e mantiene dentro casa il calore prodotto.

Gli elementi del climatizzatore

L’unità esterna di un climatizzatore ospita il compressore, solitamente installato in un balcono fuori dall’abitazione (a volte anche a 20 metri di distanza) considerando anche che questa è la parte più rumorosa dell’intero apparecchio.

L’unità interna rappresenta, invece, la parte visibile dentro casa. Può essere installata a parete (ormai vi sono modelli caratterizzati da design adatti per ogni arredamento), a pavimento (solitamente in ambienti molto alti) o a soffitto (normalmente incastrati in un contro soffitto).

Dopo aver letto la guida, consulta il catalogo dei nostri climatizzatori Daikin