Rivolgiti ai nostri tecnici per risparmiare fino al 65% a Roma e provincia

La legge di stabilità ha esteso l’eco bonus, con la detrazione fiscale fino al 65%, fino al 31 Dicembre.

L’agevolazione, dal punto di vista fiscale, consiste in detrazioni dall’irpef o dall’ires e ha l’obiettivo di incoraggiare individui e imprese a migliorare l’efficienza energetica degli edifici coinvolti.

Prima del d.l. 63/2013 la detrazione fiscale era fissata al 50% e ci sono alcune proposte legislative per mantenere la detrazione fiscale attuale (del 65%) anche oltre il 31 Dicembre.

NORMATIVA GENERALE

Chi può usufruire dell’eco bonus?

Possono usufruire delle detrazioni fiscali (65%) tutti i contribuenti (anche titolari di reddito d’impresa) che possiedono, a qualunque titolo, l’immobile oggetto del miglioramento dell’efficienza energetica. Vediamo i casi in dettaglio:

– tutte le persone fisiche

– persone fisiche, società di persone, società di capitali

– le associazioni tra professionisti

– enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

La detrazione del 65% non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste per gli stessi interventi da altre leggi. Se, per esempio, l’intervento rientra nelle agevolazioni previste per le ristrutturazioni edilizie, si può usufruire soltanto di uno dei benefici fiscali.

L’edificio deve essere già esistente, rimangono quindi escluse dagli incentivi le spese sostenute in corso di costruzione dell’immobile.

Quali interventi?

Per accedere agli incentivi bisogna effettuare interventi volti a:

– ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento

– migliorare l’efficienza termica dell’edificio

– installare pannelli solari

sostituire gli impianti di climatizzazione invernale.

Per ognuna di queste categorie sono previste delle soglie massime di detrazione (rispettivamente 100.000, 60.000, 60.000 e 30.000 euro). Le detrazioni vengono ripartite in dieci rate annuali di pari importo.

IN PARTICOLARE: I CLIMATIZZATORI

Per quanto riguarda la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, come abbiamo visto, il valore massimo detraibile è di 30.000 euro. Le spese coprono pure i costi di installazione.

Rientrano in questa categoria tutti gli interventi di sostituzione (integrale o parziale) degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia.

CONDIZIONI ESSENZIALI PER USUFRUIRE DELL’ ECO BONUS

– l’asseverazione di un tecnico abilitato

– trasmissione all’Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori, della scheda degli interventi effettuati e copia dell’attestato di qualificazione energetica.

PAGAMENTO

La normativa prevede tipi specifici di pagamento per i contribuenti non titolari di reddito d’impresa: questo deve, infatti, avvenire, tramite bonifico bancario o postale.